Dal 1954 al 1961 - Gruppo Alpini Arcade


Associazione Nazionale Alpini
Gruppo di Arcade

Title
Vai ai contenuti

Dal 1954 al 1961

Storia del gruppo
Storia del Gruppo di Arcade

Dal 1954 al 1961

Nel 1954, dopo l’inaugurazione del gagliardetto, assunse la Presidenza del Gruppo il S. Ten. Fiorenzo RONCOLATO; la segreteria rimase affidata a Vittorio PAGOTTO. E’ questo il periodo della partecipazione sempre più massiccia e pittoresca alle adunate nazionali: nel ‘54 a Roma, dove il Gruppo (citato più volte dal “Messaggero”) rimane compatto e dà gaio spettacolo per quasi una settimana; nel ‘55 il Gruppo partecipa con TUTTI gli iscritti alla adunata di Trieste e “II Piccolo” pubblica una fotografia a mezza pagina con la didascalia “Sfila l’allegro Gruppo di Arcade”; nel 56 a Napoli, dove gli Alpini di Arcade si incontrano con E. A. Mario (l’autore della “Leggenda del Piave” e si danno poi al turismo scoprendo a modo loro Pompei, Capri, Sorrento e il volto più genuino della vecchia Napoli; nel ‘57 a Firenze; nel ‘58 a Trento, dove il freddo e la neve non impediscono la tradizionale polenta in piazza; nel ‘59 a Milano; nel ‘60 a Venezia, dove l’insufficienza della legna - raccolta chiedendo cassette ai verdurai - per friggere il pesce e cuocere la polenta, induce gli Alpini ad approvvigionarsi di acqua calda alle macchine da caffè espresso del lussuosissimo “Florian”
Fotografia pubblicata da “IL PICCOLO” di Trieste in occasione della Adunata Nazionale A.N.A. 1955,
con la didascalia: “Sfila l’allegro gruppo di Arcade”. A destra, in primo piano, il Capogruppo, S. Ten. Florenzo RONCOLATO.
Torna ai contenuti